Cookie Consent by Free Privacy Policy website
MENU

Indicizzazione e posizionamento su Google: che differenza c’è?

Indicizzazione e posizionamento su Google: che differenza c’è?

Quando si decide di investire nel digitale, per realizzare il sito web e promuovere la realtà professionale attraverso i vari canali di traffico, si comincia ad avere a che fare con un vero e proprio nuovo vocabolario, fatto di termini che regolano e definiscono il lavoro e le attività che vengono ad essere svolte.

Collegati alle attività di SEO, due termini spesso e volentieri confusi, peggio ancora considerati sinonimi, sono quelli di “indicizzazione” e “posizionamento”.

Se l’obiettivo è quello di aumentare il traffico organico in ingresso da Google, e si sta pensando di intraprendere un’attività di SEO, è essenziale comprendere correttamente due elementi cardine, funzionali al processo di ottimizzazione e posizionamento sui motori di ricerca.

Indicizzazione (su Google): il lavoro di Googlebot

Essere presenti sul web è fondamentale; più importante ancora, è riuscire a “farsi trovare”.

Lato motori di ricerca, sul versante italiano Google copre praticamente oltre il 90% delle ricerche. Per questo motivo, le attenzioni e i concetti descritti sono adattati e tarati proprio sul motore di ricerca pensato da Larry Page e Sergey Brin.

Loghi utilizzati da Google

Con il concetto di indicizzazione, si intende il processo attraverso il quale le risorse di un sito web (pagine di contenuto, immagini, contenuti multimediali, etc…) possono essere scansionate e aggiunte all’indice di Google.

Il processo di scansione avviene mediante dei programmi software definiti “crawler web”, con quello più conosciuto di Google chiamato “Googlebot”.

Cosa fanno i crawler? Come descrive la stessa Google nel suo “Dentro la ricerca”, simulando un utilizzo “umano”, passano al setaccio le pagine web già presenti, con l’obiettivo di trovare nuovi link, corrispondenti a nuove risorse multimediali da analizzare e aggiungere ai server di Google.

La scansione prosegue poi attraverso l’analisi della Sitemap, un file che ripropone la struttura di pagine del portale, e che può essere segnalato a Google dai Webmaster attraverso programmi come Search Console.

E’ attraverso la scansione che Google riesce a indicizzare le pagine del sito, scoprendone di fatto l’esistenza.

Avere un sito web indicizzato (e indicizzabile) su Google costituisce quindi il primo passo, il “momento 1”, attraverso il quale si rende disponibile agli utenti (che utilizzano Google) pagine, contenuti, servizi offerti e prodotti commercializzati.

La verifica dello stato di indicizzazione del sito web può essere monitorata attraverso l’utilizzo sapiente di software come Search Console, o più banalmente digitando il comando “site:www.tuosito.it” su Google e verificare le pagine effettivamente presenti sul motore di ricerca.

Site: su Google

Una indicizzazione corretta e completa del sito web, purtroppo non equivale in automatico a primeggiare su Google per le ricerche effettuate dai propri utenti.

Semplificando con un esempio, se si vendono case a Milano, e interessa primeggiare nei risultati organici per query del tipo “Appartamento a Milano”, “Bilocale Milano”, “Acquisto casa a Milano centro”, la sola indicizzazione su Google non basta.

Vanno intraprese attività atte al Posizionamento organico.

Posizionamento in SERP: il risultato di una buona SEO

Il concetto di Posizionamento, fa riferimento all’insieme di attività, strategiche e operative, attraverso le quali si migliora progressivamente la visibilità organica del sito web nei risultati di ricerca su Google.

Cosa vuol dire? Si immagini nuovamente di vendere case a Milano.

Un’ attività di posizionamento efficace e proficua, prevede la presenza nelle prime posizioni su Google per buona (o tutta) parte delle ricerche effettuate dall’utenza in target.

Immobiliare.it è il sito meglio posizionato per le ricerche organiche collegate a “Casa a Milano” (fonte: semrush.com)

 

Se l’indicizzazione costituisce quindi il primo passo per essere presenti su Google, è con e grazie al posizionamento organico che si riesce a produrre il traffico qualificato organico, funzionale alle performance economiche del sito.

Il posizionamento del sito web si rende potenzialmente possibile grazie alla SEO.

Con e grazie alla SEO, si dispiegano l’insieme di strategie e tattiche affinché il sito web possa in primis “ben comunicare” con Google, il quale è in grado di “comprendere” perfettamente di cosa tratta il sito e quali sono i topic più importanti di cui si compone (servizi offerti, categorie merceologiche di prodotti, specifici contenuti editoriali).

In seconda battuta, e sempre grazie ad una buona SEO, si rende “meritevole” il sito web di primeggiare per le ricerche in target degli utenti.

Se per ottenere un buon posizionamento è funzionale ricorrere alla SEO, è altresì importante comprendere di cosa si compone la disciplina chiamata ad ottimizzare e posizionare i siti web su Google.

Semplificando l’insieme vasto e complesso di concetti, strategie e tattiche, si identificano 3 macro aree di intervento:

  • SEO Onsite: è la fase di ottimizzazione tecnica del codice, con l’obiettivo di consentire l’indicizzazione delle pagine sul motore di ricerca e restituire un sito web fluido e veloce in fase di caricamento pagine.
  • SEO Onpage: è il momento in cui si effettua la ricerca e l’analisi delle query in target (Keyword research) e si opera creazione e/o ottimizzazione delle risorse di contenuto con l’obiettivo di andarsi a posizionare per le ricerche in target.
  • SEO Offpage: l’insieme di attività preposte all’acquisizione di segnali sociali e link ingresso.

Una SEO ottimale, dovrebbe prevedere cura e attenzione a tutte e tre le macro-aree appena descritte, in un processo lineare, congiunto e coerente, funzionale agli obiettivi di business.

Conclusioni

Indicizzazione e Posizionamento costituiscono termini ed elementi essenziali, che sono spesso menzionati quando si parla di SEO, e sui quali si insinuano spesso dubbi e confusione.

Comprendere questi concetti, caratteristiche e differenze, è un primo passo per aumentare la consapevolezza circa le fasi che compongono presenza e successo su Google.

Consulente SEO e Titolare di Get Optimize.
Sviluppo strategie ed interventi SEO orientati all’incremento del traffico organico da Google.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.
You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

© 2022 Get Optimize S.r.l. - Web Agency & Web Marketing a Napoli – P.Iva: 08782811213 – Tutti i diritti riservati